Servizi (utiliy)            Sentenze            Chi siamo            Blog           Dicono di noi              Club 30

Io scampato al terremoto

11 ore prima ero nel triangolo della morte

Mi ritengo fortunato in quanto sabato 4 alle ore 16.30 ero a L'Aquila con mia moglie ed un mio amico e collega in pensione, ci siamo incontrati all'uscita dell'autostrada L'Aquila ovest con un legale di Coppito proprio per concertare un ricorso autovelox del mio amico, terminato ciò siamo ripartiti per la provincia di Chieti transitando per via XX settembre, quindi passare davanti la chiesa di Collemaggio, senza neanche immaginare che sarebbe stata l'ultima volta che potevamo ammirare certe bellezze e vedere la gente camminare spensierata, inconscia della tragedia che si stava avvicinando, per giungere  quindi a Fara Filiorum Petri dove abbiamo pernottato nella casa di paese del mio amico.

Il giorno seguente domenica 5 siamo ripartiti per raggiungere il fratello di mia moglie a Lucoli passando per Paganica verso le ore 12,30 quindi L'Aquila verso le ore 13.00 passando davanti la caserma dei gloriosi Vigili del Fuoco, transitando per via Roma attraversando tutto il centro della città. A  Lucoli (Collimento) abbiamo pranzato e ci siamo fermati fino verso le 17.00, per ripartire direzione Roma, il caso ha voluto che con me ci fosse il mio amico che mi ha impedito di fatto di dormire 2 notti consecutive nella martoriata terra d'Abruzzo compresa quella fatale tra domenica e lunedì , perchè con mia moglie avrei dovuto dormire prorio in un letto sovrastato da bottiglie e da una televisione che alle 03,32 cadendo per le forti scosse del sisma sono letteralmente esplose, risultando la stanza come un campo di battaglia (descrizione di mio cognato), e salva è stata  anche la figlia che vive al centro di  L'Aquila ma in gita all'estero, pertanto escluso danni solo materiali mi ritengo fortunato, non altrettanto lo sono state le famiglie di due amiche di mia nipote che hanno rispettivamente perso, una la sorella di 3 anni e l'altra il fratello di 9 mesi, la madre la nonna ed il convivente della madre.

Credo che non ci sia più nulla da aggiungere, che ho appreso lunedì al bar ore 07.00 della tragedia.